L’Invasione dei funghi

Monica Poli – Scuola dell’Infanzia di Mantello (So). 5 Bambini di 4 anni e 1 bambino di 3 anni Nelle discussioni pubblicate, gli interventi in azzurro sono riflessioni, integrazioni rilanci di Monica o del gruppo di ricerca. Si parte con la conversazione sulla matematica… Maestra: oggi bambini facciamo una cosa nuova, prepariamo una creazione. CheContinua a leggere “L’Invasione dei funghi”

La macchina che mette insieme

Paola Spolaor, classe prima, Spinea (VE) 29 marzo 2022 Ho portato a scuola una scatola con un’apertura sul lato superiore e una sulla base che permette la fuoriuscita degli elementi presenti all’interno della scatola.  Chiedo: “Quale gioco si potrebbe fare visto che c’è un foro sul lato superiore e uno alla base.“ Emanuele: Si potrebbeContinua a leggere “La macchina che mette insieme”

Mezza mela, un quarto di mela

Valeria Perotti, classe seconda, Agazzano (PC)
Questo percorso non parte da una creazione ma da una situazione concreta: si deve modificare una ricetta ma come fare con le parole mezzo, un quarto…?

Classifichiamo le creazioni

Valeria Perotti, classe seconda, Agazzano (PC)
In questa attività Valeria mette in mostra tutte le creazioni e le fa classificare ai bambini stessi per individuare con loro le possibili piste di lavoro.

Ricette matematiche

Sabrina Masolatti, sezione eterogenea, Morbegno (SO) L’attività inizia con la domanda: «Che cosa vuol dire creazione?» I bambini rispondono… numeri.. contare… si discute e io allora rilancio:«In questo periodo abbiamo giocato, cucinato, “mangiato”, contato oggetti che abbiamo chiamato sushi. Cosa ne dite se cuciniamo come dei veri cuochi, ma… mi spiegate cosa fanno i cuochi?»Continua a leggere “Ricette matematiche”

Situazioni di confronto

Anna Beltramino, classe seconda, Villar Perosa (TO) L’attività è iniziata con le creazioni di Lorenzo e dalla domanda: sono di più i bastoncini o le pietre? come fare per saperlo? Nella foto i bambini confrontano la quantità di castagne con la quantità di macchinine e matite colorate. Ho chiesto ai miei alunni di pensare aContinua a leggere “Situazioni di confronto”

Oggetti e forme

Simonetta Nardone, classe seconda, Udine
Simonetta stimola i suoi alunni a produrre creazioni geometriche anche con la scelta dei materiali messi a loro disposizione. Forme piane e solide si intrecciano nei loro prodotti aprendo numerose piste di lavoro..

La nostra aula sembra una scatola

Francesca Bassi & Rita Bonfanti, sezione eterogenea, Morbegno (SO).
Nella sezione di Francesca e Rita, guardandosi intorno e muovendosi nell’aula i bambini condividono le loro prime idee sulle forme nello spazio e quindi nel piano. Idee supportate poi dalle creazioni realizzate assemblando scatole di diversa forma e grandezza in Dad e a scuola. La copia su foglio ha riportato le forme sul piano. I bambini hanno quindi individuato gli elementi caratteristici del parallelepipedo.

Dalla geometria alla fantasia

Sara Piganzoli, sezione eterogenea, Morbegno (SO)
Sara inizia l’esperienza nel periodo della Dad e propone loro di realizzare una creazione con i materiali che reperiscono in casa. Individua poi svariate piste di lavoro in ambito geometrico a partire dalla discussione della creazione di Giulia e poi di Samuele.

I triangoli di Jana

Sonia Sorgato, classe terza, Milano
La creazione di Jana con i triangoli disposti uno dentro l’altro suggerisce discorsi iniziali sulle omotetie e approfondimenti sugli angoli. Con il dettato di figure geometriche il discorso si amplia ulteriormente verso la definizione delle caratteristiche delle figure geometriche in particolare lati e angoli.