Pensare i numeri

Sara Galleano e Valeria Griseri, sezione eterogenea, Mondovì (CN) in costruzione

Il dado

Francesca Giorgini, 5 anni, Gemona (UD) in costruzione

Creazioni e costruzione del dado

Romina Copetti, Cristiana Paolini, 4/5 anni, Udine I bambini hanno realizzato le loro creazioni: A questo punto siamo state noi insegnanti a scegliere tre creazioni che ci sembravano più interessanti e abbiamo chiesto ai bambini di disegnare sul foglio quella che preferivano. Insieme ad una tirocinante interessata al nostro modo di lavorare, abbiamo fatto discutereContinua a leggere “Creazioni e costruzione del dado”

Ricette matematiche

Sabrina Masolatti, sezione eterogenea, Morbegno (SO) L’attività inizia con la domanda: «Che cosa vuol dire creazione?» I bambini rispondono… numeri.. contare… si discute e io allora rilancio:«In questo periodo abbiamo giocato, cucinato, “mangiato”, contato oggetti che abbiamo chiamato sushi. Cosa ne dite se cuciniamo come dei veri cuochi, ma… mi spiegate cosa fanno i cuochi?»Continua a leggere “Ricette matematiche”

Sono qui, vieni da me

Sara Piganzoli, sezione eterogenea (3 e 4 anni), Morbegno (SO)
Offrendo determinati materiali i bambini sono già naturalmente indirizzati fare creazioni “geometriche” che diventano poi movimenti strutturati in palestra: percorsi che aiutano ad individuare direzioni, rotazioni, spostamenti in linea retta.

Post-it per commentare

Lucia Scotti & Eleonora Belli, sezione eterogenea, Piacenza Al centro le creazioni e intorno i commenti dei bambini (clicca sull’immagine per vedere la galleria)

Giochiamo con i pattern

Sabrina Masolatti, sezione eterogenea, Morbegno (SO)
Sabrina prende spunto dalla creazione di Matteo per sviluppare un percorso sui pattern, con la ricerca di regolarità. Come continuare la sequenza di tappi e cannucce proposta da Matteo…

La nostra aula sembra una scatola

Francesca Bassi & Rita Bonfanti, sezione eterogenea, Morbegno (SO).
Nella sezione di Francesca e Rita, guardandosi intorno e muovendosi nell’aula i bambini condividono le loro prime idee sulle forme nello spazio e quindi nel piano. Idee supportate poi dalle creazioni realizzate assemblando scatole di diversa forma e grandezza in Dad e a scuola. La copia su foglio ha riportato le forme sul piano. I bambini hanno quindi individuato gli elementi caratteristici del parallelepipedo.