Tra aritmetica e geometria

Elvira Giacò scuola primaria di Agazzano classe seconda

La mia lettura delle creazioni

CREAZIONE ANES

In questa creazione ci sono riferimenti alla proprietà commutativa che mi riportano ai lavori sugli schieramenti. Anes dice che nella sottrazione invece il risultato cambia e inconsapevolmente apre il discorso sui numeri negativi che comunque hanno già avuto modo di incontrare nella lettura del termometro e delle temperature. Un altro contenuto che intravedo è la possibilità di riprendere i significati delle operazioni.

CREAZIONE EVA

Eva nella sua creazione ha proposto l’addizione, la sottrazione e la moltiplicazione utilizzando gli oggetti e come lei stessa spiega … “ho unito gli oggetti e ho fatto i calcoli”. In questa creazione potrei riprendere il significato delle operazioni chiedendo ai bambini di trasformare queste operazioni in situazioni problematiche, lavorando sulle domande a cui queste operazioni possono rispondere. Credo che sarà interessante ragionare sui risultati ottenuti chiedendo ai bambini che cosa contano (6 alberi o 6 volte). E se gli oggetti fossero stati diversi? Potrebbe aprire sul significato della moltiplicazione come combinatoria.

CREAZIONE ALESSANDRO

Anche Alessandro nella sua creazione fa riferimento ad una operazione la sottrazione e dice che la matematica nascosta nella sua creazione è nell’omino che pesca un pesce e quindi 11 pesciolini –1 restano 10 pesciolini. Potrei modificare la situazione e chiedere ai bambini di immaginare il tipo di pescate che può fare il pescatore (somma dei punti sui pesci oppure quanti pesci devo pescare per arrivare a…? vedi luna park: punteggi).In questa creazione è presente lo schieramento che ci riporta alla moltiplicazione.

CREAZIONE DIEGO

Anche Diego propone operazioni fatte con gli oggetti, spiega che ha pensato a questa creazione perché 5 x 4 è una moltiplicazione difficile e nella rappresentazione con la pasta si vede bene il riferimento agli schieramenti. Curiosa l’addizione proposta con i mattoncini lego dove l’addizione è riferita al numero degli incastri e non dei mattoncini che come lui stesso definisce “nascosta”. Con l’intenzione di continuare a lavorare sulla moltiplicazione potrei problematizzare l’addizione dei mattoncini proponendo di trasformarla in moltiplicazione e ragionando successivamente sul mattoncino che Diego ha inserito come risultato (8×2 = 4×4)

CREAZIONE CAMILLA

Dalla creazione di Cammilla, come lei stessa spiega… “i numeri si possono cambiare dal 13 al 31, si potrebbe riprendere il valore posizionale delle cifre ed eventualmente proporre situazioni problematiche e calcoli sulle date di nascita. Pensavo anche di costruire un istogramma con mesi e compleanni. 

CREAZIONE DI MELISSA E DI SARA

Nelle creazioni di Melissa e di Sara sono evidenti i riferimenti alle forme geometriche. Ha senso partire da queste creazioni per introdurre mister cubolo e riprendere i discorsi avviati lo scorso anno con la casetta sulle figure geometriche.Guarderò i suggerimenti che già Donatella ha dato in merito.

CREAZIONE TOMMASO

La creazione di Tommaso è molto ordinata, in realtà non riesce a spiegare la matematica nascosta sicuramente è stato aiutato e indirizzato dalla mamma ma spontaneamente fa riferimento alla linea dei numeri. Mi piacerebbe semplificare o modificare l’attività dei 3 porcellini per recuperare l’aspetto di costruzione della retta dei numeri come srotolamento (tacche e intervalli, discretizzazione di un continuum). Un’altra possibilità forse potrebbe essere riprendere giochi come regina reginella.

CREAZIONE NICOLO’

La creazione di Nicolò è interessante e anche la spiegazione che ne fa.  Si può lavorare sui pattern ma devo andare a riguardare la registrazione perché è proprio l’incontro in cui ero assente e quindi sono completamente digiuna.C’è l’aspetto del quadrato e di superficie, la superficie ricoperta con i bicchieri, di nuovo c’è lo schieramento. Se si smonta la costruzione di Nicolò vengono fuori i numeri quadrati si potrebbe lavorare sul decanomio.

CREAZIONE DI PERLA

Non è molto chiara ma Perla nella sua creazione spiega che la matematica nascosta è nelle torri che si sovrappongono: 1 piano, 2 piani, 3 piani… tanti piani che si contano. Forse potrebbe essere collegata alla creazione di Anes recuperando il discorso dei numeri negativi immaginando di muoversi da un piano all’altro con l’ascensore (recuperiamo come concetti la retta numerica, l’intervallo tra un numero e l’altro, lo zero come separatore…)

CREAZIONE DI PIETROla proposta di Pietro può essere recuperata con il valore posizionale delle cifre (pensando di aumentare le cifre si potrebbe chiedere ai bambini quante combinazioni sono possibili)

CREAZIONE DI SIMONA Riporto la spiegazione di Simona: “La mente matematica vuol dire che penso a delle cose praticamente vedo degli oggetti e li trasformo in numero nella mia mente oppure non so un libro lo trasformo in un rettangolo.” Osservando la creazione emerge una relazione tra numero 2 e 4 (doppio e metà) e tra il 6 e il 9, si potrebbe chiedere ai bambini cosa li lega e magari arrivare a lavorare sul 3 come un mezzo e un terzo (contenuti: avvio alle divisioni, tabelline, strutture moltiplicative)

CREAZIONE LENA si può associare alle creazioni di Eva, Anes relativamente all’aspetto delle operazioni. Relativamente alle forme c’è l’idea di superficie. Induce anche ad un confronto tra le forme. Pensando al villaggio delle fiabe si potrebbe ipotizzare un confronto tra il quadrato e queste altre forme.